Covid, in Italia in un mese cresciuta la variante Delta

Milano, 17 giugno 2021 – In Italia la variante Delta del virus SarsCoV2 è aumentata dall’1,8% al 3,4%, nel periodo che va dal 15 maggio 2021 al 16 giugno 2021. È quanto emerge dall’analisi delle sequenze depositate dall’Italia nella banca dati internazionale Gisaid, che risultano essere complessivamente 1.705, di cui 58 corrispondono alla Delta. Una variante destinata ancora a crescere e a modificarsi “Il numero limitato delle sequenze finora ottenute in Italia indica già un aumento della diffusione, ma è molto probabile che il numero reale dei casi di infezione dovuti a questa variante sia più grande – spiega Massimo Zollo, genetista dell’Università Federico II di Napoli -. L’esperienza accumulata nel 2020 ci ha insegnato che le varianti che diventano predominanti si modificano e generano ancora nuove varianti, acquisendo caratteristiche che le rendono più aggressive e più efficienti nel diffondersi”. “Diventa fondamentale – conclude – la velocità nel tracciamento e nel sequenziamento: l’obiettivo dovrebbe essere isolare chi ha l’infezione, ma se adesso riapriamo non riusciremo a raggiungerlo”.

Condividi: